Indietro
Guida ai prodotti per ufficio

Linee guida per l'allestimento del posto di lavoro

I tuoi schermi hanno l'altezza giusta? Il piano di lavoro è sufficientemente grande? Le superfici sono prive di fastidiosi riflessi? Lo spazio sotto il tavolo è sufficiente? L'allestimento del posto di lavoro dalla A alla Z: ecco come lavorare in modo sano ed efficace.

Tuteliamo la nostra salute anche in ufficio

Tutelare la propria salute è nell'interesse di tutti ed è anche la massima priorità in ogni azienda: infatti le malattie e i conseguenti tempi di assenza provocano costi elevati.

Più di un quarto (27,2 %) di tutte le assenze sono dovute a malattie dei muscoli e della colonna vertebrale, tipiche del lavoro da ufficio. Questi numeri dimostrano che è assolutamente necessario tutelare la salute in ufficio, perché questo tipo di lavoro è collegato a un notevole sforzo mentale. La pianificazione degli spazi e del posto di lavoro punta a ridurre l'affaticamento delle persone. Essa si basa su regole basilari per l'allestimento del posto di lavoro in ufficio.

Linee guida per l'allestimento del posto di lavoro wt$

Ecco alcuni esempi importanti:

  • Sedere in modo statico affatica la muscolatura e la colonna vertebrale. Sedie da lavoro ergonomiche di buona fattura implicano una “seduta dinamica” ed evitano pesanti conseguenze per la salute e la qualità del lavoro.

  • Altezze di lavoro errate causano movimenti del corpo forzati. Postazioni di lavoro con altezza variabile consentono di tenere la postura corretta.

  • La mancanza di movimento compromette la dinamicità fisica e mentale; riduce l'attività muscolare e la circolazione sanguigna e compromette l'elasticità dei dischi intervertebrali. Postazioni di lavoro che implicano movimenti evitano le spese dovute alle malattie. Sono necessari anche sufficienti spazi in cui muoversi, sia sul posto di lavoro che nella stanza.

  • Riflessi diretti e indiretti sullo schermo compromettono la vista. È obbligatorio posizionare gli schermi in modo da eliminare i riflessi.

  • Anche un'illuminazione non sufficiente o errata causa danni alla vista. Deve essere adattata al tipo di lavoro e alla disposizione delle postazioni di lavoro.

  • Disturbi visivi e acustici compromettono la concentrazione e sono fonti d'errore “programmate”. Sistemi di pareti fonoassorbenti sono utili anche in grandi stanze.
Linee guida per l'allestimento del posto di lavoro wt$

Arredamenti per ufficio di qualità permettono di mantenere e incrementare la produttività delle persone. Tutelano la salute, supportano la motivazione e l'impegno dei collaboratori e riducono le spese dovute a malattie.

La struttura di una postazione di lavoro è stabilita dalla regolamentazione tedesca per postazioni di lavoro al computer (BildschirmarbV) e da altre importanti regolamentazioni che supportano e concretizzano le conoscenze più importanti in ambito lavorativo e aziendale.

Regole importanti per l'allestimento del posto di lavoro

Supportare, non ostacolare

  • Superficie di lavoro obbligatoria 1,28 m²:
  • Postazioni di lavoro a una superficie = larghezza 1600 mm x profondità 800 mm (in ogni punto)
  • Combinazioni totale 1,28 m², profondità 800 mm (in ogni punto)
  • Eccezioni: Postazioni di lavoro con ridotte necessità di spazio possono avere una larghezza minima di 1200 mm.
  • L'altezza di lavoro non corrisponde all'altezza della scrivania. L'altezza di lavoro individuale si determina in base alle persone.
  • L'altezza di lavoro massima non deve superare i 750 mm
  • Le postazioni di lavoro regolabili in altezza devono avere un campo di regolazione di almeno 680 - 760 mm
  • L'altezza di lavoro per attività manuali e davanti allo schermo deve essere uguale, la differenza di altezza deve esser compensata abbassando il piano di lavoro.

Sì al movimento, no al pericolo!

Lo spazio di movimento in una “postazione di lavoro personale” deve essere di almeno 1,5 m², non deve essere mai largo o profondo meno di 1 m. Nessuna sovrapposizione con altre superfici, con eccezione dell'accesso alla postazione di lavoro personale, delle superfici funzionali dei mobili della postazione di lavoro personale, se non sono presenti punti in cui sussiste il rischio di taglio, schiacciamento o urto.

Libertà delle gambe, libertà di movimento

Ogni postazione di lavoro deve prevedere uno spazio libero per le gambe di almeno 600 mm di larghezza e 650 mm di altezza (meglio 690 mm). Allestisci postazioni di lavoro e stanze per uno spostamento costante della postura: per stare seduti, stare in piedi e muoversi.

Allestimento delle postazioni di lavoro con schermo

Scegli il tipo di postazione di lavoro in base all'attività esercitata

  • per lavori esclusivamente allo schermo: postazioni di lavoro a una superficie
  • per lavori di diversa natura: postazioni di lavoro a una o più superfici


Inclina la postazione di lavoro in base all'attività che viene esercitata:

  • attività con sistemi – angolo ottimale 90° o 45°, superficie di lavoro con macchinari più bassa rispetto a quella manuale
  • attività con documenti – angoli corretti 30° e 60°, angolo ottimale 45°, entrambe le superfici di lavoro alla stessa altezza

Sempre all'altezza giusta
La prima riga dello schermo deve trovarsi massimo all'altezza degli occhi.

Niente riflessi
Evita i riflessi diretti o indiretti: nessuna finestra e nessuna superficie chiara o illuminata dietro lo schermo o dietro la schiena dell'utente. Contrasti luminosi nel giusto rapporto. Lo sguardo dell'utente deve essere parallelo alla finestra.

Riconoscere, non indovinare

Regola l'intensità della luce: sono prescritti impianti regolabili di protezione dalla luce. Posiziona lo schermo possibilmente in profondità, al centro della stanza.

I nostri migliori prodotti di questa guida all'acquisto
Rilevante
Numero articolo: 77