Indietro
Guida ai prodotti per ufficio

La guida per la giusta scelta della cassaforte

A: Quali beni vuoi proteggere? B: Quanto deve essere grande la cassaforte? C: Dove vuoi collocare la cassaforte?

Quali beni vuoi proteggere?

  • Utilizzo privato (ad es gioielli, contanti, documenti/ assicurazioni)
  • Utilizzo aziendale (ad es. contanti, bilanci, documenti di autoveicoli, chiavi importanti e supporti dati)

Fai un elenco di tutti gli oggetti o documenti che desideri proteggere nella cassaforte. Aggiungi anche i valori che potresti inserire in futuro. Noterai con stupore che lo spazio necessario è decisamente maggiore di quanto avevi immaginato inizialmente. Anche la classe di sicurezza e la protezione antiscasso e antincendio sono un elemento importante nella scelta della cassaforte. I danni in caso di incendio possono essere enormi! La perdita di determinati documenti a causa di un incendio può anche arrivare a mettere in pericolo l'esistenza dell'intera azienda. Si tratta di elementi da prendere in considerazione al momento dell'acquisto.

Protezione antincendio

Oltre alla protezione antiscasso, sia nel settore privato che in quello aziendale è di particolare importanza una protezione antincendio collaudata. Occorre valutare se una leggera protezione antincendio LFS30P secondo la norma europea prEN 15659 è sufficiente o se si preferisce una protezione antincendio elevata S60P, S120P e S60DIS oppure S120DIS secondo la norma europea EN 1047-1. Tutti gli armadi antincendio sono dotati di componenti interni aggiuntivi e guarnizioni speciali.

Con il test di resistenza conforme a LFS30P gli armadi vengono esposti alle fiamme per 30 minuti a una temperatura massima di 840 °C. Durante questa fase del test l'aumento massimo della temperatura all'interno degli armadi non deve superare i 150 °C (non adatti per i tipi di carta che non resistono oltre i 170 °C). Dopo essere stati esposti alle fiamme, gli armadi vengono tolti dal forno e il test si considera terminato.

Con il test conforme a S60P, S120P o S60DIS, S120DIS ai sensi di EN 1047-1, gli armadi vengono esposti alle fiamme per 1 o 2 ore fino a 1090 °C e a un test di caduta da 9,15 m di altezza (per simulare il crollo del soffitto). Durante questo test gli armadi restano nel forno fino al termine della fase di raffreddamento, che può durare anche 24 ore! Negli armadi della classe S60P e S120P durante l'esposizione alle fiamme e la conseguente fase di raffreddamento la temperatura interna non deve essere superiore ai 170 °C in nessun punto di misurazione rispetto alla temperatura iniziale di 20 °C! Negli armadi della classe S60DIS o S120DIS all'inizio del test la temperatura interna è di 20 °C e, terminato il tempo di esposizione alle fiamme di 1 o 2 ore e la successiva fase di raffreddamento, non può superare il valore limite di 50 °C (si tratta del valore fisico per supporti dati magnetici e ottici). Durante l'intera durata del test, l'umidità relativa dell'aria non deve superare l'85%.

Dove vuoi collocare la cassaforte?

Incasso a muro

Le casseforti da incasso a muro offrono un'ottima protezione antiscasso, ma un tale livello di sicurezza è garantito solo se la cassaforte è rivestita da uno strato di calcestruzzo di 10 cm. Se hai l'esigenza di proteggere classificatori, scegli una cassaforte con altezza e larghezza sufficienti. In questo caso occorre scegliere una cassaforte con altezza e larghezza sufficienti.

Casseforti a mobile

Queste casseforti possono essere ancorate nella parete posteriore o nel fondo di un armadio, se il loro peso non supera i 200 kg per uso privato o i 300 kg per uso commerciale.

Casseforti autoportanti

Rispetto alle casseforti a mobile o da incasso a muro hanno una capacità notevolmente maggiore. In questa categoria rientrano anche armadi per armi, casseforti per uffici, casseforti portadocumenti e armadi antincendio.

I nostri migliori prodotti di questa guida all'acquisto
I più venduti
Numero articolo: 36
Visualizzazione:
Le nostre migliori categorie di questa guida all'acquisto