Indietro
Guida ai prodotti per ambiente

Guida alla scelta corretta dei sacchi per rifiuti

I sacchi per rifiuti presenti nell'assortimento di KAISER+KRAFT si contraddistinguono per l'ottima lavorazione del materiale, un presupposto indispensabile per ogni sistema di smaltimento dei rifiuti efficiente.

Materiali

I sacchetti e i sacchi per rifiuti vengono realizzati in polietilene. Grazie alla diversa pressione nel processo di produzione, è possibile distinguere tra pellicola HDPE e LDPE, ciascuna con caratteristiche determinate.

HDPE = Polietilene ad alta densità
È riconoscibile dal tipico rumore che fa quando viene mosso. Resiste a elevate temperature e viene impiegato in particolare per spessori ridotti (ad es. per sacchetti per rifiuti). La sua alta densità rende anche i sacchetti più sottili estremamente resistenti allo strappo, ma ha una ridotta resistenza alla lacerazione.

LDPE = Polietilene a bassa densità
L'LDPE è più morbido al tatto e grazie alla sua struttura molecolare più modellabile dell'HDPE. Questo significa che ha una maggiore resistenza alla lacerazione. L'LDPE viene utilizzato per i sacchi per rifiuti perché offre numerosi vantaggi in caso di rifiuti appuntiti o pesanti.

Biopellicola
È la soluzione per il compostaggio di rifiuti biodegradabili. La sua speciale composizione a base di amido di mais e di un polimero biodegradabile la rende compostabile. Può essere smaltita insieme ai rifiuti biologici.

La dimensione giusta del tuo sacco per rifiuti

Nell'uso quotidiano ci si chiede spesso quale sia il sacco adatto al proprio contenitore per rifiuti. È possibile rispondere a questa domanda in modo rapido e facile usando la seguente formula:

Larghezza del sacco per rifiuti = (circonferenza del contenitore/2) + 10 %

Lunghezza del sacco per rifiuti = altezza del contenitore + (larghezza del fondo/2) + 10 %

Spessore del sacco e versioni

Il sacco per rifiuti deve essere scelto in base al materiale da smaltire. Non sempre il sacco con lo spessore maggiore si rivela la scelta più adeguata. Al momento dell'acquisto giocano un ruolo importante la qualità della pellicola e l'impiego che si intende fare.

PREMIUM: qualità sempre elevata da materiale riciclato
I sacchi per rifiuti PREMIUM sono realizzati al 100% in polietilene riciclato a bassa densità. Vengono impiegati solo rigranulati selezionati, normalmente risultanti da scarti di produzione. La resistenza agli urti e allo strappo è oltre la media e garantisce che i prodotti PREMIUM soddisfino anche le necessità più elevate.

UNIVERSAL: il marchio di qualità per prodotti HDPE
I sacchi per rifiuti e i sacchetti per le immondizie UNIVERSAL sono realizzati in polietilene ad alta densità (HDPE). L'impiego di questo tipo di materiale permette di realizzare una pellicola sottile e di buona qualità. Grazie alle sue caratteristiche fisiche, un sacco per rifiuti UNIVERSAL offre un'elevata resistenza alla rottura e allo strappo, anche con uno spessore ridotto. A seconda delle necessità e del campo di impiego, UNIVERSAL può essere un'interessante alternativa.

La produzione di sacchetti e di sacchi per rifiuti

La materia prima
All'origine di ogni sacco per rifiuti si trova la materia prima da cui viene prodotto. Il petrolio o il metano vengono riscaldati in modo che si sviluppi l'etilene. Mediante il calore e la pressione, questo gas si trasforma in polietilene in polvere che verrà poi fuso in un estrusore. Il composto risultante viene premuto con dischi forati fino a ottenere granuli di polietilene. Questi sono il punto di partenza per la realizzazione di nuovi prodotti. Accanto ai sacchetti in polietilene ci sono anche i prodotti riciclati. Il rigranulato necessario per la loro produzione viene ottenuto sminuzzando, lavando, asciugando e trasformando in granuli il composto formato da materiali plastici già utilizzati. Il colore del rigranulato risulta dai colori delle pellicole utilizzate.

Dal granulato al film
Mediante la cosiddetta estrusione di film soffiato il granulato viene riscaldato a diversi livelli e condensato, diventando un composto liquido, che infine, con una testa di soffiaggio, verrà schiacciato verso l'alto, gonfiato e quindi rimosso dall'alto.

Guida alla scelta corretta dei sacchi per rifiuti wt$

Immagine: Estrusione di film soffiato

  • Film
  • Aria fredda
  • Strumenti
  • Granulato
  • Composto
  • Riscaldamento
  • Coclea di trasporto

Il confezionamento del film
L'ultima fase di produzione prevede l'integrazione delle saldature sul fondo e della linea di strappo sul film. Questa fase è chiamata confezionamento e viene realizzata attendendosi al tipo di piegatura del sacco. Principalmente si differenzia tra sacchetti piani e sacchi con pieghe laterali.

Guida alla scelta corretta dei sacchi per rifiuti wt$

Foto: sacchetto piano

Guida alla scelta corretta dei sacchi per rifiuti wt$

Foto: sacco con pieghe laterali

I nostri migliori prodotti di questa guida all'acquisto
Rilevante
Numero articolo: 55